SALDI ESTIVI: fino a -70%

Valentino uomo


VALENTINO
La storia

Nato nel 1960 dalla collaborazione tra lo stilista Valentino Garavani e il suo partner Giancarlo Giammetti, il marchio Valentino è entrato fin da subito nell’Olimpo della Moda, contribuendo a far conoscere la qualità e l’eleganza del Made in Italy nel mondo.

+ Leggi di più

Gli anni Sessanta determinarono il successo commerciale del brand, soprattutto negli Stati Uniti, dove vinse numerosi premi, era onnipresente nelle riviste di moda patinate, vantava clienti illustri del jet set internazionale e disegnava persino le uniformi per una compagnia aerea. La sua prima collezione femminile fu del 1962 e nel 1967 presentò la sua prima collezione uomo, che però iniziò a comparire sul mercato negli anni Settanta e negli anni Ottanta diventò uno dei capisaldi della Maison. La linea maschile ha avuto fin da subito un successo clamoroso, enormi vendite, un forte impatto sulla moda maschile e su un nuovo concetto di eleganza, fatta di un immaginario forte ed evocativo, di ricerca della perfezione estetica e di lusso estremo.

Gli anni Ottanta furono all’insegna del lusso più sfrenato e le creazioni di Valentino erano tra le più ricercate. Dagli accessori alle automobili, al completo da smoking e all’oggettistica, la griffe contrassegnata da una semplice “V” si vedeva ovunque nelle strade di New York, Parigi, Tokyo ed entrò ufficialmente nel mito.

Gli anni Novanta furono all’insegna dell’espansione commerciale. Il nome Valentino era ormai riconosciuto in tutto il mondo come sinonimo di eleganza e raffinatezza, le vendite erano alle stelle e Valentino stesso era diventato una vera icona di stile. Nel 2002 la Maison venne acquistata dal Gruppo Marzotto ed in seguito dal Gruppo Mayhoola del Qatar, fu quotata in borsa e conobbe un successo commerciale senza precedenti.

Nel 2007, a 45 anni dal debutto in passerella, anniversario festeggiato in modo faraonico con una indimenticabile sfilata di moda, una mostra ed un film dedicati alla sua carriera, Valentino Garavani annunciò il ritiro dalle scene. Alessandra Facchinetti prese inizialmente il suo posto e nel 2008 il duo Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli diventarono i nuovi direttori creativi della Maison. Forti di un’esperienza decennale come responsabili della linea accessori, i due stilisti hanno contribuito al rilancio internazionale del marchio in chiave più contemporanea e con una visione estetica che non dimenticava la tradizione sartoriale, ma che si distinse per un’eleganza disinvolta e più audace.

Nel 2012 il marchio Valentino tornò a Firenze dove la collezione maschile comparve come “special guest” al Pitti Uomo, rilanciando la filosofia couture del marchio anche per l’abbigliamento maschile, interpretando con piglio contemporaneo l’eleganza che da sempre contraddistingue il suo stile. Dal luglio 2016 la direzione creativa è affidata esclusivamente a Pier Paolo Piccioli, che sta scrivendo con il proprio spirito creativo le nuove pagine della storia del marchio.

Note di stile

Più minimale nei colori e nelle decorazioni rispetto alla collezione femminile, la linea maschile di Valentino è un mix contemporaneo di poetica, di tradizione sartoriale, di altissima qualità nei materiali e nelle rifiniture, con un tocco di giovane ribellione che rende più accattivante anche il look più serioso.

Must-have: i completi da smoking e da sera in total black, i dettagli borchiati, la stampa camouflage su magliette, sciarpe e borse maschili.

Filtra per